Home Mozaik Istria Nobilissima – Plemenita Istra – Tiziana Dabović

Istria Nobilissima – Plemenita Istra – Tiziana Dabović

395
0
Pripremila /a cura di Laura Marchig

Krajem 2020, obznanjeni su rezultati 53. natječaja za umjetnost i kulturu »Istria Nobilissima« tj. Plemenita Istra. Riječ je o najvažnijoj i najstarijoj manifestaciji talijanske umjetnosti i kulture u nas, koju već od 1967. godine organiziraju Talijanska unija i tršćansko Narodno sveučilište. U ovim desetljećima više od 600 umjetnika, književnika, pjesnika i pisaca, kazališnih autora, likovnih umjetnika glazbenika i esejista, koji žive u Hrvatsko i Sloveniji, izabrali su „Istriu Nobilissimu“ kao točku polazišta njihovog stvaralaštva.

Kako bi naše čitatelje bolje upoznali sa imenima i djelima autora talijanske manjine koja su se isticala kroz natječaj „Istria Nobilissima“ Rijeka danas je pokrenula rubriku u kojoj ćemo predstaviti djela nekih nagrađivanih autora.
Alla fine di dicembre del 2020, sono stati resi noti i nomi dei vincitori della 53.edizione del Concorso D’arte e cultura „Istria Noblissima“. Il portale Rijeka danas, volendo far conoscere al pubblico più ampio, anche quello della maggioranza, ma anche ai fiumani, istriani e dalmati sparsi nel mondo, una parte della produzione culturale, artistica e letteraria della Comunità Nazionaledell’istroquarnerino, ha deciso di aprire uno spazio in cui verranno presentati di volta in volta i vincitori di „Istria Noblissima“. Ci Concentreremo, almeno all’inizio, per motivi di spazio, sui vincitori della categoria Poesia dell’edizione 2020.
Istria Nobilissima 2020:
TIZIANA DABOVIĆ pobjednica je Prve nagrade za poeziju na dijalektu na svojom zbirkom napisanom na fijumanskom koja nosi naslov „Corde“ (Strune)
TIZIANA DABOVIĆ è la vincitrice del Primo premio per la poesia scritta in uno dei dialetti dell’area istroquarnerina, per la raccolta intitolata „Corde“.
TIZIANA DABOVIĆ, (1959) fiumana, attualmente svolge la funzione di caporedattrice della rivista Arcobaleno, stampata dalla Casa editrice Edit di Fiume.
Premi: 2012 Premio della Consulta femminile di Trieste per il racconto “Il silenzio dei rimasti.”. 2013: premio “Loris Tanzella” per la migliore raccolta di poesie. 2015: menzione onorevole per un romanzo breve a Istria Nobilissima nonché Menzione speciale al Concorso Poesia Tino Sangiglio di Turriaco; 2016 e 2017 menzioni onorevoli a IN; 2018: primo premio poesia dialettale IN; 2019: Menzione speciale a “Poesia in piazza Tino Sangiglio” di Turriaco, Primo Premio poesia al concorso Raise – categoria Veneti nel mondo e Menzione onorevole, premio poesia dialettale a Istria Nobilissima.2019: I premio poesia dialetto Istria Nobilissima, 2020: I premio poesia dialetto Istria Nobilissima

TIZIANA DABOVIĆ, (1959), fijumanka, trenutno obnaša dužnosti glavne urednice mjesečnika za djecu „Arcobaleno” (Duga) kojeg izdaje Izdavačka kuća EDIT iz Rijeke.
Piše prozu, te poeziju na fijumanskom dijalektu. Do sada je osvojila sljedeće nagrade: 2012. Prva nagrada Savjeta žena iz Trsta, za priču “Il silenzio dei rimasti.” (Šutnja onih koji su ostali). 2013: nagrada “Loris Tanzella” za najbolju zbirku pjesama . 2015:Priznanje za kratki roman na natječaju a Istria Nobilissima Priznanje na natječaju “Tino Sangiglio” iz Turriaca; 2016. i 2017. Priznanje u sklopu Nagrade Istria Nobilissima; 2018:Prva nagrada za poeziju na dijalektu, Natječaj Istria Nobilissima; 2019: Posebno priznanje na festivalu “Poesia in piazza Tino Sangiglio” (Poezija na trgu) iz Turriaca, Prva nagrada za poeziju na natječaju Raise (Korijeni) – Kategorija Veneti nel mondo (Veneti po svijetu) i Priznanje, za poeziju na dijalektu, Na natječaju Istria Noblissima
2019: Prva nagrada za poeziju na dijalektu, na natječaju Istria Noblissima, 2020: Prva Nagrada za poeziju na dijalektu, na natječaju Istria Noblissima.

Ragnatela
Fra do speci
asieme concavi e storti, convessi
se sdocia bastonandose
tute le mie bataie.
Vivo ancora fra maie de caligo
e gucio la mia tela
a testa in zo.
Come un ragno straco
sbuso straze de vita
con un fil che credevo de seta.
Drento la ragnatela
go repeza’ dolori e go cusì tesori
‘deso speto l’altra stagion
co tornarò a naser ingropada.

Filo di seta
Tra due specchi/ insieme concavi e storti, convessi/si riflettono picchiandosi,/tutte le mie battaglie./Vivo ancora tra le maglie di fumo/ e tesso la mia tela /a testa in giù./Come uno ragno stanco /buco stracci di vita/ con un filo che credevo di seta:/Dentro la mia ragnatela/ ho rattoppato dolori e ho cucito tesori/e ora attendo la prossima stagione/ quando tornerò a nascere impigliata.

Pensieri
Zerte volte i vibra
come le corde de un vecio
stonado mandolin.
Musica che non ga orecia
per ‘sto mondo
che ga perso
ogni voia de balar.
Testoni, i resta zo,
tacadi al fondo
e come i mussoli e i pedoci
i se ciude per pipìo
pizigandose fra stomigo e cor.

Pensieri
A volte vibrano/ come corde di un vecchio/ e stonato mandolino/Musica stonata/per questo mondo che ha voglia di ballare./ Testardi, rimangono giù, abbarbicati al fondo/E come i mussoli e le cozze/ si chiudono per paura / pizzicando se’ stessi tra lo stomaco e il cuore.

Te rispondero’
Te rispondero’ sempre
de qualsiasi logo.
Sara’ un sbatociar
de ale dei colombi
o un svolar de cucai
afamadi, che ziga.
Te rispondero’ sempre
soto ala tua sofita senza luce
o involtizada in caldo
o nuda soto el jazo,
libera de tocar ogni zima
de ogni monte
libera de volerte ben
con un dito
tociado, già zenere,
nel nostro cel.

Ti rispondero’ sempre/da qualsiasi posto./ Sarà un battito d’ali di colombi/o un volo di gabbiani affamati/che urlano./ Ti rispondero’ sempre/ sotto al tuo soffitto senza luce/ avvolta in caldo o nuda sotto il ghiaccio/Libera di toccare ogni cima di ogni monte/Libera di amarti con un dito / Immerso, già cenere, nel nostro ciel

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here