Home Kolumne (La Scartaza) Nel segno de la trasparenza: Fifi e Riri proponi un...

(La Scartaza) Nel segno de la trasparenza: Fifi e Riri proponi un referendum per boicotar Rijeka danas!

426
0
Portal Rijeka Danas nastavlja s kolumnom na fiumanskom jeziku 'La scartaza' u cilju zaštite i promocije riječkog autohtonog jezika. Projekt je potpomognut sredstvima Primorsko-goranske županije. Piše Laura Marchig, Dizajn: Ana Somek

FIFI: Santissimi Vito, Modesto e Crescenzia! …

RIRI: Scometo che ti vol agiunger ‘che remitur!’

FIFI: Propio. Che remitur! Qua sora la Tore ghe se ne vedi e ghe se ne senti de quele, ma de quele che go cussì poca voia de rider, anzi me tocarà rider per no’ dover pianzer. Comincemo andando indrio: mercoledì 28 setembre 2022 la nostra cara Fiume alagada. Gavemo batudo el record mondiale de piova: 288 milimetri..

RIRI: Un povero cristian xe morto afogado, pace a la anima sua.

FIFI: Ma me ga fato mal sentir al signor che ga tentà de salvarlo de la furia de la acqua, nissun ghe ga voludo dar una man per vegnirlo aiutar a zucarlo fori, e solo no’ el ghe la ga fata.

RIRI: La solidarietà umana xe andà farse friser. Povero mondo! Mi so che oramai el clima xe fori controlo e zerti cataclismi no’ se li pol preveder, ma magari ‘sta volta la amistrazion zitadina starà un bich più atenta a netar le fogne come che ocori che de estate in zentro no’ se vivi de la spuza.

FIFI: La Sala Granda de la nostra Comunità de i Taliani alagada, ma perché la piova xe vegnuda zo de el teto.

RIRI: E xe ani che se combati co’ quei del Comun perché i lo ripari, ma lori gnente, i fa orece da mercante. Come che i fa finta che el Teatro Fenice no’ xe afar de lori.

FIFI: Ma del Spirito Santo.

RIRI: Sì, Spirito de patate.

FIFI: E el mar Baltico invaso de metano che i ghe ga fis’cia’ tritolo ai tubi dei gasdoti e adesso Svezia e Filnlandia se sofiga. El mar inquinado. ‘Desso parieria che ‘sto gas finalmente no’ el vien più fora, ma istesso, che roba tremenda!

RIRI: Cossa ga deto a ‘sto proposito el Putin?

FIFI: Pareria no’ molto perché proprio quel giorno el te gaveva una seduta da el stesso medico estetico che ghe ga consigliado Berlusconi per farse le spunte, quele che te fa vegnir la pele del viso come la pele de un neonato, e po’ el ga comentà a la svelta: „’Sti rompicoioni de popoli baltici che ghe piase tanto la NATO, i se xe andadi sabotar soli el gasdoto perché ai svedesi ghe piase invelenarse el ambiente“.

RIRI: Bel comento. Istesso come quando che el fa bombardar i civili ucraini in fuga o i ospedai e i centri de acoglienza profughi, el dise che i se ga bombardado soli a sé stessi. E guai se qualche oligarca se permete de dir che forse no’ xe vero, subito i te lo suicida butandolo so de quanche balcon.

RIRI: Beata la autarchia che la fa cos’che la vol e co’ ti te ga invelenado col polonio xe colpa tua perché chi te ga deto de andar beverte la camomila propio de quela scudela e no’ de una altra!

FIFI: Me par „cosa buona e giusta“ e sopratuto logica.

RIRI: Ah che bela la autarchia! Ti fa un poco le robe come che te par e anche le robe al contrario, se te ciapa el trentaun: ti fa un poco de operazioni speciali, ti sconquassi un Paese, ti mandi morir i tui giovani e i tui riservisti…

FIFI: Ma Berlusconi che adesso in Italia el torna tuto felice e contento in Parlamento, el gaveva ben comentà in television da Vespa che Putin el se gaveva un poco lassado ciapar la man, perché de bon principio el te gaveva in amente de far una zerta picia operazion speciale, ma che ‘sta roba la la gavessi dovuda far solo per ciaparse Kiev e po’ dopo che el pensava de meter al governo zerta brava zente che gavessi governado come che fa la brava zente.

FIFI: Brava zente?

RIRI: E mi cussi go sentido che el diseva. La vicina che guarda sempre la television italiana, qua in Corso, la xe un poco dura de recia, la tien el volume impizado a tuta forza.

FIFI. Ah che bela la autarchia! Tut’in t’un, te vien in amente che se podessi far un bel referendum co’ le scatole trasparenti indove che ti meti le schede, che per caso no’ capitassi che no’ se vedi come che ti ga votà.

FIFI: E po ti te fis’ci un tre regioni che apartien ala Ucraina, in barba a legi internazionali sui diriti de sovranità de un Paese.

FIFI: Ah che bela la autarchia!

RIRI: A che bel el pensier unico!

FIFI: E cossa la Regina Elisabeta che xe morta no’ ti la nomini?

RIRI: Ma come no. Ti sa che mi go la passion per l’Inghiltera, de sempre, ma la go propio perché me piaseva tanto ‘sta Regina, ‘sta figura cussì stabile.

FIFI: Adesso ghe xe salì sul trono el Re Carlo che el xe stabilissimo.

RIRI:: Fin’ che no’ ghe scampa le pene stilografiche per scriver e no’ ghe scampa la pazienza e qualche parolaza.

RIRI: Vara, go una idea, ma una idea! Come regalo per el novo Re, mi e ti se podessimo zucar fora un par de le nostre piume che le xe fate de bronzo. Le xe bele, pesanti, consistenti, no’ le spandi…el scriverà con la „penna d’aquila fiumana“ no’ el gaverà più el problema de maciarse i diti che dopo la Camila ghe toca netargheli.

FIFI: Cambia i governanti in t’el Regno Unido, xe cambià i governanti in Italia. Cossa ti me disi de ‘ste nove elezioni e de la nova presidente del Governo, signora Meloni?

RIRI: (La RIRI a ‘sto punto la sbianca come una morta, ghe comincia scasarse la testa, la movi una zata, la par come insempiada, la se impapina) Mmmmm…eloni!

FIFI: (Che no’ la capissi) Cossa nassi?

RIRI: Tornemo parlar de Putin, per carità, che giusto un poco de polonio a mi e ti che semo fate de bronzo no’ ne fa né caldo né fredo. Ti vol che parlemo del secondo colpo de stato in 8 mesi nel Burkina Faso?

FIFI: Ma podemo anche, no’ xe che semo ‘ste grandi esperte de politica internazional, ma se proprio ti insisti! Anche se mi credo, veramente, che dovessimo esser le protagoniste de una rubrica local, in fiuman, che se ocupa de robe fiumane. Doveriimo ciacolar e contar le nostre solite monade co’ el scopo preciso de sburtar avanti ‘sto nostro bel dialeto che zerti d’uni che no’ i ghe vol ben continua ciamar „Iskrivljeni talijanski“. E doveriimo pensar spezialmente a la Comunità Italiana. Ma la Giorgia Meloni che xe vegnuda al Governo in Italia, fra l’altro la prima dona che xe vegnuda a capo del Parlamento Italian ne la storia, e no’ xe una roba de poco conto. E no’ ti ghe ne vol parlar?

RIRI: (Sbassando ‘ssai la vose) Tasi, tasi, tasi, no’ sta te far sentir da i nostri connazionali e clienti fissi del bar del Circolo e da i eccellentissimi, stimatissimi e reverendissimi commentatori, giovani intellettuali da tastiera, che mete i propi lunghi post anche su la pagina facebook de la Comunità de i Italiani de Fiume. No’ dovemo comentar la politica italiana, no’ gnanche provar comentar, perché ti ga visto cossa che i ga scrito contro el portal Rijeka danas co’ el ga publicà el articolo in cui se ricordava la Meloni, gnanche tanto tempo fa, la era militante nel MSI, che saria po’ quei che saluda col brazo per aria, e nel 2014 la gaveva dichiarado (ris’ciando de far scopiar un zuf internazional) che la Croazia ghe dovessi restituir l’Istria e la Dalmazia a l’Italia e i beni ai esuli…

FIFI: Poveri i nostri esuli, sempre presi in meso in t’ le barufe che saria veramente el caso de pensar una volta bona come risarcirli.

RIRI: … e i ga taciado el portal de „sciacallaggio“, i ga incitado la gente a no’ leger più el portal.

FIFI: E cossa ga scrito ‘sto benedeto portal che no’ gavessi scrito i altri giornai in Croazia e nel resto del mondo? Xe robe che ga scrito e deto tuti… la signora Von Der Leyen, per esempio, no’ xe che la ga fato salti de contenteza co’ la ga savudo come che xe andade le elezioni in Italia. La ga comentado a caldo che se in Italia: „le cose dovessero andare in una situazione difficile, l’Ue ha gli strumenti” …per reagire. La comunità LGBT no’ ga fato gnanche ela propio salti de contenteza.

RIRI: Mi comunque penso ghe se devi lassar tempo al tempo e no’ subito meter le mani avanti. Mi ghe augurassi a la Giorgia bon lavor. Speremo che le done italiane no’ solo no’ perderà i lori diriti, ma ghe ne ciaperà molti altri, che i raporti con l’Europa e la Croazia resterà boni come che i xe anche adesso, che no’ ghe vegnirà nissun in amente de parlar de questioni che riguarda la integrità teritoriale de un Paese, che po’ a ciapar per la schena semo sempre noi taliani de ‘ste parti. Insoma, speremo ben. Me ga solo assai meravigliado ‘sto astio contro el portal Rijeka danas che xe el unico portal privato in Croazia che publica spesso anche articoli in italian e che a mi e a ti el ne dà spazio, a i nostri stupidezi, perché el ghe tien che se tambaschi anche in fiuman.

FIFI: El ghe tien a la fiumanità. E i fiumani ghe dovessi come minimo dir grazie, no’ spudarghe sora, a mio aviso a titolo gratuito. E cossa no ‘l gaveva publicado, ‘sto Rijeka danas, tuto el scorso ano, una rubrica dedicada ai vincitori de „Istria Nobilissima“ per farghe publicità al concorso e far conosser i autori de la Comunità Nazional Italiana de el istroquarnerino ai 20.000 e passa letori che el ga al giorno? Cossa no’ xe questo pensar al ben de la CNI?

RIRI: Forse ‘sto astio, ‘sto incitamento al linciaggio ghe nassi, provo analizar, da el fato che a zerti d’uni ghe fa nervoso che mentre che lori i beve birete in Circolo e i discute fra de lori su come se dovessi gestir la politica de la minoranza italiana, qua de ‘ste parti noi portemo avanti bataglie concrete che gavemo anche vinto, e no’ gavemo intenzion de molar. Ricordemo la bataglia per el bilinguismo visivo, e quela per riportarne a mi e a ti, overo a la aquila fiumana, su la Tore civica, la bataglia che ga durà ani, per el ripristino de la bandiera storica e la tutela de el fiuman.

FIFI: E comunque RIRI, no’ stemose dar trope arie perché ogni battaglia vinta per i diritti de la CNI, dovessi esser un successo de tuti i fiumani, de tuti noi insieme, e no’ tuti sbarufadi e uno contro de el altro. Saria sucessi che dovessimo condivider come che dovessimo pensar a ogni fiuman che lavora e che ga voia de darse de far, come a una roba preziosa da tegnir come una gocia de acqua sul palmo de una man in t’el deserto.

RIRI: Ma perché, me domando, i se la ciapa con noi perché gavemo riportado informazioni che tuta la stampa croata ga riportado. Ma cossa xe una specie di sindrome? Come se ciama quel quando che uno fa de tuto per volerte aiutar e ti ti ghe spudi ‘dosso?

FIFI: No’ go alba, no’ son miga psichiatra. Ma xe la stessa sindrome che gaveva la defonta nona de una mia conoscente. Chi se ocupava de ela, era una fia che la gaveva lassado la sua bela vita che la faceva a Pola e la era tornada a Fiume per guardarla perché la nona no’ la podeva più caminar. ‘Sta fia la ghe gaveva dedicado ani e ani de vita a la sua mama, rinunciando a la propia, de vita. Ma la mama inveze de dirghe grazie, la ghe zigava sempre: „E disgraziada de qua, e bona de gnente de là!“ Le altre fie che la gaveva e che no’ le viveva con ela invece, lore sì, diseva la nona, che le era brave, lore sì che le era bone!“ Isteso, credo, che sucedi nel raporto fra la Lista, Rijeka danas e zerti nostri taliani de Fiume (no’ miga tuti, solo certi d’uni). Più che ti li vol aiutar, più che ti te bati per i loro diriti, e più questi se la ciapa con ti.

RIRI: Ma no’ sarà che xe piutosto poca esperienza de quel che vol dir democrazia?

FIFI: E cossa ti vol, xe anche de capir. Xe el fato che qua de ‘ste parti, ghe xe sta’ per 70 ani el regime socialista che a quei tempi no’ ti dovevi gnanche fiatar che ti finivi in canon per le tue idee e i fiumani in quei tempi sempre a dir: „Tasi, tasi, tasi, che già no’ i ne vol ben. No’ steve lamentar, no’ ste criticar governanti e i politici locali che finiremo ancora pegio de quel che stemo adesso!“

RIRI: No’ ste missiar la merda, come a dir, iliti „ne talasaj“.

FIFI: Giusto cussì. E adesso me par che un poco de sta mentalità de el „ne talasaj“ ghe sia rimasta, almeno a zerti d’uni.

RIRI: Ma mi e ti FIFI, gavemo a le spale un altro tipo de formazion politica. Semo nate da el pensier de una Fiume Libera e po’ gavemo ereditado el pensier politico democratico de Riccardo Zanella che xe sta’ presidente del Stato Libero de Fiume. El xe sta’ el primo politico a dover andar in esilio a causa del putsch che ghe ga fato i fascisti vegnudi da Trieste. Gavemo esperienza de quel che vol dir dialogo democratico e anche de quel che vol dir fascismo. Bisogna dialogar, confrontarse, soppesar, misurar e po’ decider. E semo apertissimi al dialogo, a accoglier tuti i ben intenzionadi a brazi averti, ma de brazi alzadi nel segno de un qualcossa che se poderia scambiar per reato de „apologia del fascismo“, quel no, no’ lo volemo.

FIFI:: Idea! Podessimo, per taiarghe la testa al topo, a la pantigana, organizar anche noi un bel referendum, istesso come che ga fato el Putin in Ucraina. Titolo de el Referendum: „Chi vol ghe se boicoti Rijeka danas e no’ se lo legi più?“ Preparemo certe bele scatole trasparenti e le schede. E su ‘ste schede ghe se scrivi: „Ti vol che se boicoti el quotidian on line Rijeka danas e che più nissun de quei ventimila letori che el ga al giorno, più quei altri che legi el giornal su facebook e che fa arivar el numero de letori a 37.000 al giorno, boicoti ‘sto malegnaso portal?“ E ghe metemo a fianco la opzion: . Bela, cussì scrita in grande. E po’ che ogni d’un voti secondo coscienza.

RIRI: E el No?

FIFI: El NO no’ xe previsto dal regolamento.

FIFI: Me piase, sì, ‘sti bei referendum democratici. Femolo anche noi. E mi finirio stavolta proponendote un novo slogan che spero el diventerà virale e magari qualche d’un ghe farà anche la base per un bel rap:
„Mi son un’aquila, son de Gomila, mi son fiumana, ‘orca puttana!“

RIRI: (Tapandoghe la boca a la FIFI che certe robe la sa che no’ se dise)
Jesus i Maria!

Previous articlePutin prijeti nuklearnim napadom, Amerika upozorila Rusiju zbog prijetnji nuklearnim oružjem
Next articleVIDEO/FOTO: Pogledajte kako je Awaziem vratio Rijeku na začelje ljestvice, a Hajduk na drugo mjesto!

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here