Home Kolumne La scartaza: E chi se rabia!

La scartaza: E chi se rabia!

978
0
Portal Rijeka Danas nastavlja s kolumnom na fiumanskom jeziku 'La scartaza' u cilju zaštite i promocije riječkog autohtonog jezika. Projekt je potpomognut sredstvima Primorsko-goranske županije. Piše Laura Marchig, Dizajn: Ana Somek

RIRI: Santissimi Vito, Modesto e Crescenzia, ‘sto autuno xe tuti cussì nervosi!

FIFI: E rabiadi.

RIRI: Vara la zente per el Corso, che musi!

FIFI: Eh, sarà per via de ‘sta piova che no’ cessa.

RIRI: E sarà per la zità mesa alagada. Che la zona de el mercato ricorda Venezia, povera Venezia alagada, che solo pensarghe me se strense el cor.

FIFI: Ma po’ i xe cussi rabiadi che i xe rabiadi, che i se rabia ancora el dopio per la rabia…

RIRI:…La ombrela comprada da i cinesi che no’ se apre e dopo la se disfa con un colpo de sciroco, e lori se rabia. El semaforo che no’ se impiza, e lori che i sgoma, i sgoma sentadi in machina, e i se rabia. E po’ a quei che va a pìe ghe fa nervoso quel che camina pian e che no’ lo fa passar per strada, e po’ ghe fa nervoso quel che camina presto e el ghe taia la strada. Ghe fa nervoso quel che xe nervoso…

FIFI:…e po’, i xe cussì impegnadi a rabiarse, che i se dimentica de rabiarse per quel che i se dovessi veramente rabiar…

RIRI:…le file in ospedal che no’ finisse mai per chi che no’ ga ne bozolai, ne tanto meno santoli che li sburti avanti la fila…roba che i ris’cia de morir prima de rivarse far una semplice lastra…

RIRI: E le ingiustizie sociali, i imbroi de la politica, e le paghe che per tanti no’ xe paghe ma paghete, che le somiglia a quele che ghe se dà ai fioi perché i se compri el gelato…

FIFI: …e le pensioni che no’ xe gnanca pensioni, ma limosine.

RIRI: Insoma! E da la altra parte cossa ti te pol spetar de un Paese in cui, per risolevar la economia e i problemi ligadi al lavoro e le pensioni, se ga gavudo la grande pensada de nominar Ministro uno che se ciama A…ladrović?

FIFI: Sperando sempre che el omen no corispondi al nomen! Che no’ se nomini a vicediretori de i enti publici fradei de sorele ministre come che xe vegnù fora ‘sta estate! Mi me trema le piume al solo pensier.

RIRI: No’ stemo parlar de politica che a zerti li fazemo morir de la rabia!

FIFI: Che klinz de satira politica fariimo mi e ti, se nissun, ma propio nissun se rabiassi?

RIRI: Almeno adesso, ghe xe la signora Fantozzi…

FIFI: Fantozzi? Ah sì, quela estimatrice de la satira politica e de el dialeto fiuman, che per la nostra ultima scartazada la se ga impizà come una lampadina che se acendi co’ la corente che produsi un criceto co’ el core su la roda.

RIRI: Spieghige a la signora chequel che ti ga usado se ciama in retorica Antifrasi, dir uno pensando el contrario. E ne la satira se usa sai sta Antifrasi.

FIFI: Ma no’ ghe staremo miga spiegar a la Fantozzi cossa che xe la satira e come che questa la esisti da mileni!

RIRI: Che la xe un strumento de critica tipico de la civiltà mediterranea in cui se riconossemo, dai antichi Egizi, ai Greci, ai Latini, fin su a Cetto la Qualunque…

FIFI: Lassando star i riferimenti personali che no’ i ne toca come che no’ ne podessi tocar i complimenti che ne podessi far la gamba de un tavolo, la ga deto zerte robe de el fiuman che inveze ne toca.

RIRI: La ga scrito, ela che a quanto par la saria membro de la Comunità de i Italiani de Zagabria, che xe “drsko e neprihvatljivo” overo che xe “sfaciado e inacetabile”, che mi e ti tambaschemo in dialeto fiuman, che nissun no’ lo capissi, che se proprio dovevimo scriver in una altra lingua che no’ xe el croato, podevimo usar el italian standard overo, come che la ga deto ‘sta testa de linguista, “izvorni talijanski” (el italian original).

FIFI: E cossa i dialetti no’ saria originali?

RIRI: E no’, perché ti sa come che dise quei che in nissuna maniera no’ i vol ameter che el elemento italian a Fiume xe autoctono e che el esiste de quando che esiste la zità e no’ xe un prodoto importado col fascismo? I lo ciama “iskrivljeni talijanski”, talian storpià.

FIFI: Alora mi e ti no’ stemo parlando in un idioma che xe nato da el latin ma una roba corota?

RIRI: Vara, no’ te rispondo ma te digo inveze una altra roba: me son proprio che impuntà e go deciso che parlerò ancora più forte in fiuman, lo alzerò come una bandiera, voio diventar la Giovana d’Arco del fiuman!

FIFI: Basta che no’ finimo de novo in tochi e brusade!

RIRI: Voio zigar in fiuman, come una aquila, fis’ciarghe el suon de el nostro dialeto in te le rece a tuti quei che volessi liquidar la fiumanità in do e do quatro.

FIFI: Son d’acordo. Ma finimola de parlar de politica, parlemo de cultura!

RIRI: Cultura? De teatro! No’ ti ga visto che bel teatrin che ne ga prontà el nostro Mulo Moreno e el sindaco Obi?

FIFI: I se ga messo far baruffa per un muro.

RIRI: Cossa finalmente i se ga messo a discuter come salvar el muro roman? Cossa i lo restaura dopo gaverlo quasi disfado? Cossa i ghe cava i manifesti che lo sconde e lo imbrutisse, co’ le zize e i culi de zerte cantanti che bala el “turbo folk” su le piere storiche?

RIRI: Maché, i te se ga ciapado perché el sindaco ga deto che el muro che divideva in pasato le zita de Fiume e de Sussak el era come el muro de Berlino.

FIFI: Ma che monade!

RIRI: E el Moreno ghe ga risposto che quela iera una division cultural tra i valori de la multietnicità e pluriculturalità presenti a Fiume che Sussak no’ gaveva.

FIFI: Ma che dopie monade! Prima de tuto el muro iera baso, cussi’ basso che anche a uno che xe basso come el signor Giacomo Scotti, el ghe arivava sì e no fin sora el bugnigolo.

RIRI: Questa, spieghemogelo a la Fantozzi, in retorica se ciama iperbole. Esageremo.

FIFI: Fiume e Sussak no’ iera una zità divisa ma era due zita, nate in tempi diferenti. Sussak, che al inizio se saria potudo definir un vilagio, ga una storia molto più nova rispeto a Fiume. Per far un paragon, disemo che le iera quel che in passato era Volosca, che iera zita, rispeto a Abbazia, che la era un vilagio de pescadori. Ma Sussak, co’ se ga svilupado, la se ga svilupà in grande stile, co’ bei palazi, co’ bela zente che ghe viveva, e inteletuali come la famiglia Polić, e eminenti personalità croate come i Ružić, in quel de Pećine, insoma abitanti più che augusti e civili, ma de sentimenti nazionali diferenti.

RIRI: A mi più che de muri, me piaseria che se parlassi de ponti.

FIFI: Sì, de ponti che unisse e ghe dà un senso positivo a le differenze. De quei ponti che ne aiuta a traversar i fiumi in piena.

RIRI: E a questo proposito gavemo deciso che xe meio butarla in comedia e ghe gavemo domandado a una ilustre comediografa de fama mondial, de scriver un testo su ‘sta storia de i muri perché la podessimo meter in scena.

FIFI: Scoltemo.


Sogno de una note de meso autuno

come dir

Saria meio che inveze che parlar de muri, parlassimo de ponti

scrito da Pera William’s Sespir

PROLOGO (interpretado da FIFI & RIRI):

Se ve ofenderemo, xe la nostra intenzion de orfenderve. Andè bel in mona tuti quanti che ne fazè perder tempo, fià e energia, co’ ‘ste storie dei muri e de le divisioni e de la storia contada come che a uno ghe convien. Andè bel in mona voi che no’ rivè capir quanto che se ga guadagnà in pasato da i contati e da i scambi fra le rispetive culture e quanto che se ga perso tuti per via de i scontri.

SIGNOR PATOCO E SIGNORA SPADONI:

A noi i ne ga deto che ne toca far la parte del Muro. E visto che semo in tempi in cui se richiede de far progeti che tegni conto de el riparmio energetico, diventemo un dopio muro, fiuman e ciakavo, con un buso in meso, che le due parti possi parlar e confrontarse. (I due i meti insieme le mani e i apre i diti per far veder che ghe xe un buso, anzi un dopio buso.)

MORENO: (Parlando atraverso el buco, de una parte del muro)

Mi son civile.

OBI: (Stando de la altra parte del muro e parlando anche lui atraverso el buso).

E cossa mi no? Mi son croato!

MORENO: E mi no.

OBI: A mi, ti ti me ga fato de tuto.

MORENO: Ti a mi ti ti me ga fato de tuto.

OBI: E a mi ti ti me ga fato el dopio de tuto.

MORENO: E ti a mi ti me me ga fato el triplo de tuto.

OBI: Ti ti me ga fato de tuto a la enesima potenza.

MORENO: E ti ti me ga fato de tuto a el infinido…

MURO FIUMAN (Signor Patoco): Basta! Finìla che la zita ne va a remengo, che i giovani ne va per mondo e che se no’ lassè star ‘ste monade, finirè per sbater veramente la testa contro un muro!

MURO CIAKAVO (Signora Spadoni): Jušto tako!

OBI: Ale su che femo la pace, Fiume e Sussak amici. (A Moreno) Dame un baseto.

MORENO: A chi ti ghe lo domandi ‘sto baseto? A mi no de sicuro.

OBI: Al muro.

MORENO: E alora ‘speta che te rispondi el muro.

MURO FIUMAN (Signor Patoco): No’ xe el caso de far muro contro muro. Mi e la altra parte de el muro, gavemo intenzion de provar a dialogar.

MURO CIAKAVO (Signora Spadoni): Jušto tako! (Pausa molto significativa e piena de tension).Mi no’ go capido ancora perché bisogna dialogar! Speta che me interogo la anima de el zerveleto. (La pensa, la se tormenta. La gira e la rigira i polici. La sbufa, la sbadiglia. A la fine ghe se impiza la lampadina) Eureka! San se domislela. Ghe son. (Rivolta al Patoco) Bon, ghe stago! Femo muro con muro e no’ muro contro muro. Che bela idea che go avudo. Lepo san se domislela!

MORENO: Bon, me gavè convinto, femo pace. Baseti no ghe ne dago a ne non ge ne dago.

EPILOGO (Interpretà sempre dal Prologo che po’ saria dir FIFI e RIRI): E così, signori cari, finita è la commedia, in bellezza. Trionfa la pace e l’armonia… Ma questa saria apunto una comedia, curta ma breve, che la volessi gaver la sua bela morale: che ognidun de noi pensi un poco a come rabiarse de meno e a come dialogar de più. Ghe convien a tuti. Se spreca meno tempo, se cioldi meno pastiglie contro el brusor de stomigo, e se consuma meno la bateria de el novo, fighissimo tablet, che el se podessi usar tanto meio, per esempio, per scriver poesie.

DOPIO MURO: Jesus i Maria!

9. La scartaza: Dimela cantando
8. FIFI & RIRI: El vecio xe vecio
7. FIFI & RIRI: Allarmi, siam fascisti!
6. Fifi e Riri – Odissea in tel spazio, Ano 3018
5. Fifi & Riri e el dialeto fiuman: La difesa de el panda rosso
4. FIFI e RIRI e “El vento de el cambiamento” de le elezioni UI e CI
3. Fifi e Riri e el EPK (che po’ saria tuto un problema de usei)
2. Fifi e Riri el bilinguismo e el referendum contro le aquile che ga due teste/
1. Fifi e Riri, quele due teste de aquila

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here